Cosa dicono di “Movimento Biologico”

|
SCROLL
Che cos’è il Movimento Biologico? Rispondere ad una domanda sapendo già che non sarà possibile essere completamente esaustivi, poiché la complessità che c’è dietro va ben oltre il ‘definito’. Il Movimento Biologico non è una moda, non è un ‘marchio’ che vuole attirare persone e soprattuto non è un metodo pre-fabbricato e circoscritto che ha come unico fine quello estetico e performante. Francisco Amoros y Ondeano, un grande Maestro dell’Educazione Fisica, affermava: ‘…il mio metodo si ferma dove cessa l’utilità e comincia il funambulismo’. Il Movimento Biologico è un percorso, uno stile di vita, che ha il compito e la volontà di portare le persone ad essere padroni di sè e quindi ad essere migliori, sia per loro stesse che per gli altri. Se avete voglia di uscire dalla solita routine quotidiana perché sentite che c’è qualcosa di più che il vostro corpo può darvi, perché capite che il vostro bisogno non è l’essere fighi o l’essere elogiati continuamente, perché vi sentite parte di un sistema che vi rende schiavi di ‘falsi bisogni’, allora intraprendete questo percorso, o per lo meno provateci e vedrete che sarà una continua scoperta ed un continuo divenire, una realizzazione vera e propria, ricca di energia e di sfumature emozionali da tempo assopite che daranno il via ad un ‘CAMBIAMENTO’.
Immagine-Profilo-Facebook-Michele-Aloisio

Michele Aloisio
Palestra baumann

Cosa è stato il Corso ‘Alle Radici del Movimento’ per me?
Un viaggio all’interno dell’Uomo, scavare in fondo a me stesso, lì dove tutto risiede e più a fondo vai e più tutto diventa intellegibile, non puoi sbagliare.
Se vai a pescare in fondo a te stesso è sicuro che quello che provi è autentico come autentico è il Movimento che ne scaturisce, ti accorgi che gli strati più antichi del sistema nervoso sono quelli che hanno le giuste informazioni (per te).
Riscoprire la potenza, le energie e le capacità del nostro Corpo, quelle che ti danno la possibilità di leggere oltre che dentro te stesso, l’ambiente che ti circonda e soprattutto gli Altri.
Mai lo avrei immaginato ma è stato così: dopo tutti i lavori di Contact cominci a farti un’idea degli Altri ma non sai se è quella giusta perché non sei più abituato a dare un senso al mondo utilizzando il tuo Corpo…invece Lui ha ragione. Quando ho avuto l’opportunità di parlare con le altre Persone ho meravigliosamente scoperto che le sensazioni erano perfettamente in linea con quello che pensavo!!! Ci siamo scoperti senza dirci una parola!!!

Cosa è per me oggi e quotidianamente nel mio lavoro il Movimento Biologico?
E’ uno strumento magico, è il cappello del mago, ogni volta che mi serve qualcosa metto la mano dentro e pesco.
Il Movimento Biologico mi ha dato una mente creativa!!!
Riesco in ogni situazione, in qualità di facilitatore, ad adattarmi e inventare degli esercizi e spesso anche esercizi-ludici necessari alla persona che ho di fronte.
Riesco a fare questo perché mi basta guardare dentro, lì dove già ci sono tutte le informazioni.
Spesso ci buttiamo alla scoperta del Movimento al di fuori di noi, su internet, libri, corsi di formazione etc. Tutto corretto, studiare e informarsi continuamente è un dovere per chi come noi lavora con la vita degli altri, ma spesso ci dimentichiamo che bisognerebbe indirizzare le scoperte e gli studi dentro di noi invece che al di fuori.

Grazie di tutto, ora è come se mi fossi tolto degli occhiali che non mi facevano mettere a fuoco, ora vedo bene in modo lucido e osservo me stesso, gli altri e il mondo che mi circonda cambiando di volta in volta la prospettiva e non in modo univoco.
Mi sento libero nel trovare soluzioni a situazioni motorie diverse, perché questo è quello che ci accade.
Il Movimento Biologico mi ha fatto capire che non si può inscatolare o precostituire un Movimento, sarebbe come voler dare una forma all’acqua, possiamo solo instradarla verso quello che pensiamo sia il percorso più giusto .

Immagine-Profilo-Facebook-Massimo-Magnosi

Massimo Magnosi

Che cos’è stato per me il Corso Intensivo ‘Alle Radici del Movimento’? E’ stato conoscere e capire finalmente me stesso. Un percorso che in soli due giorni mi ha permesso di scontrarmi con aspetti del mio carattere che tenevo sotto chiave perché consideravo poco importanti.
Se dovessi racchiudere il Movimento Biologico in una sola parola lo definirei VITA!

Immagine-Profilo-Facebook-Carlo-Bonifazi

Carlo Bonifazi
Coach (basketball) presso Honey Sport City

Il Movimento Biologico per me è una nuova educazione al movimento, più efficace e naturale di quella che ho io.

Un nuovo concetto di muovermi e commuovermi con il mio corpo.

Una più matura consapevolezza di me, un riappropriarmi di tutto me stesso…Mente e fisico.

Ho scoperto una vera famiglia che si muove al ritmo dei propri corpi…circondati dalla Natura.

Grazie agli esercizi e alla guida di Stefano, sto scoprendo, lezione dopo lezione, quante possibilità abbia il mio corpo di compiere movimenti prima sconosciuti.

Una nuova dimensione sia fisica che mentale.
All’espandersi del movimento fisico per me corrisponde un ampliamento degli spazi mentali.

Autostima, gioia, capacità di ragionamento e fiducia nelle altre persone hanno ottenuto una nuova linfa energetica.

Insomma con il Movimento Biologico mi sto riappropriando del mio corpo e della mia coscienza più profonda, per tanto, troppo tempo, sconosciuta e trascurata.
Mi sento davvero fortunato a far parte di questo bel progetto che, cambiando noi stessi, ha la forza di cambiare anche chi ci vive intorno.

Movimento Biologico: un bel regalo da fare a noi stessi.

Ad Maiora Semper

Leonardo Presta

Il Corso ‘Alle Radici del Movimento’ è stato un’esperienza veramente significativa che ha smontato tantissimi dei paradigmi del movimento tradizionale e mi ha proiettato verso una visione estremamente più profonda, vera e olistica del movimento; il fatto che ciò avvenga attraverso il gioco, la semplicità e la relazione ha reso il tutto ancora più importante! Un grazie enorme per ciò che fate.

Lorenzo Giansanti

Alla fine del primo giorno le parole che mi sono venute in mente pensando al corso sono state ‘morbidezza’ e
‘plasticità’. Due parole coerenti e sicuramente rappresentative, ma sempre troppo concrete.
Io invece avevo provato qualcosa di astratto, qualcosa a cui non trovavo un nome. Un’emozione.
E sapete qual è stata la cosa bella? Che pensavo di poter provare emozioni così belle solo davanti ad un paesaggio
o accanto ad una persona cara oppure quando vinci una gara. Invece le ho provate ‘solamente’ guardando negli
occhi un’altra persona, muovendomi insieme a lei, abbracciandola, fidandomi e affidandomi.
Spero di poter trasmettere ai ragazzi a cui mi rivolgerò, alle persone che conoscerò e ai miei figli a cui insegnerò,
le stesse sensazioni che il Movimento Biologico è riuscito a suscitare in me.
Un grande grazie.

Francesca Boda
Fisiokinetic

Il Movimento Biologico è riscoprire il bambino che è in noi.
Come un bambino non ti vergogni di buttarti a terra per assaporare il piacere del contatto con il suolo.
Come un bambino impari a muoverti giocando…senza fretta, senza dover dimostrare nulla a nessuno, senza
dover vincere niente.
Come un bambino inizi a muoverti in solitudine per poi accorgerti giorno dopo giorno della gioia che ti regala
condividerlo insieme ad altri.
Come un bambino ti abbandoni alla scoperta delle infinite potenzialità del tuo corpo scordandoti dei suoi limiti.
Come un bambino riconosci la potenza di un abbraccio, di uno sguardo che ti cerca, di un silenzio che non
imbarazza.
Il Movimento Biologico ti lascia uno sguardo verso il mondo più stupito e riconoscente, come quello di un
BAMBINO.

Giordano Gorlani
Certified Personal Trainer

Perché il #movimentobiologico?
Per ricordare chi siamo, entrare in contatto con i nostri limiti ed espanderli, superare le difficoltà con nuove strategie, conoscere e fare esperienza diretta delle illimitate possibilità del corpo, fare spazio nella mente attraverso la pura presenza, ristrutturare e destrutturare continuamente i nostri schemi per essere la versione migliore di noi stessi.
Il movimento è inscindibile dalla vita, in ogni momento c’è movimento, visibile e invisibile, spiegabile e inspiegabile. Noi siamo parte integrante di questo sistema complesso che trova risposte solo nell’essere ora quello che siamo e dare spazio a questa sempre nuova creatura inesplicabile, dona forza alle nostre esistenze, immerse nell’esperienza diretta, per ricavarne quel granello di verità, che è esso stesso il senso profondo, dell’essenza primordiale in infinita trasformazione.

Francesco Boldrer

Francesco Boldrer
Personal Trainer

Oggi di esperienze se ne fanno tante, diverse, frenetiche, consapevoli o meno.
Quando poi t’immergi dentro te stesso ti rendi conto che sei in grado di capire da solo di cosa abbiamo bisogno, di quanto poco serva, per essere appagati. Se parliamo di movimento, Movimento Biologico gli ha dato la “M” maiuscola, sviluppando a chiare lettere e con un linguaggio fatto di percezione, la narrativa del corpo in cui abitiamo.
Di certo un’esperienza con l’accento, quelle che non vedi l’ora di raccontare, ma che vuoi anche tenere un po’ per te.
ILLUMINANTE.

Francesco Cherri 
Fisioterapista e Personal Trainer

Questi sono weekend che ti restano dentro per sempre, ci sono persone che ti insegnano come tornare alle radici di te stesso, ci sono energie che fluiscono e ti concedono di concederti, ci sono gruppi che funzionano e che emozionano, ci sono emozioni così forti da essere percepite anche a livello fisico.
Tutto questo è Movimento Biologico.

Margherita Scalise
Avvocato

A me non piace fare palestra o sport statici in luoghi statici, e l’esperienza di Movimento Biologico mi ha davvero lasciato una bellissima sensazione, un lavoro intenso in cui gli esercizi sono guidati nel rispetto della naturalezza e spontaneità del movimento e del corpo, in cui si ha la possibilità di amplificare in base alle proprie capacità l’azione performante dell’allenamento. Non è un allenarsi per migliorare l’aspetto fisico fine a se stesso, ma dare al corpo la possibilità di esprimersi e di migliorarsi, è alla fine un viaggio verso se stessi.Stefano nella sua lezione ha dato sempre chiare e semplici indicazioni per esercizi articolati in cui il gruppo facilmente si è mosso all’unisono. Per me che faccio teatro da anni, è un ottimo allenamento per la scena. Lo consiglio vivamente.

Immagine Profilo Facebook Lavinia Parissi

Lavinia Parissi
Attrice / Redattrice